Si è svolto in questo fine settimana, a Firenze, all’interno di Terra Futura, mostra-convegno internazionale delle buone pratiche di sostenibilità, un dibattito sull’abitare, tra modi diversi di abitare solidale. Condomini solidali, cohousing ed ecovillaggi. Modi di vivere che hanno in comune i valori dell’abitare solidale e dell’accoglienza.

Cohousing – Riporto la definizione del manifesto redatto dalla Rete Italiana per il Cohousing, nata a Firenze lo scorso 10 aprile.

“Il cohousing è una modalità residenziale costituita da unità abitative private, spazi e servizi comuni. Caratteristica principale è una progettazione e gestione partecipata, consapevole, solidale e sostenibile. Gli spazi e i servizi comuni, ove è possibile, sono aperti al territorio”.

A Terra Futura si è parlato di cohousing in termini di sostenibilità sociale e ambientale dell’abitare, una nuova risposta alla crisi sociale ed economica, sottolineando le ricadute positive, di tale scelta.

http://www.sostenibile.org/aContenuti/coHousing/coHousing.html

Nel condominio solidale ogni famiglia è autonoma, ma sa di potere contare sulla fiducia e sulla solidarietà degli altri. Una fiducia che si traduce concretamente anche nell’adozione di una cassa comune. Il desiderio di chi sceglie questa tipologia di abitare, è quello di essere una comunità accogliente, nella convinzione che il vero tesoro è la relazione con gli altri. http://acftoscana.wordpress.com

Gli ecovillaggi, “un frammento di utopia”. Elementi caratteristici del movimento degli ecovillaggi italiano sono la condivisione, metodo del consenso e l’autosufficienza. La Comune di Bagnaia è una delle esperienze storiche del movimento degli ecovillaggi italiano.

La Comune di Bagnaia nasce nel 1979, con l’idea di sperimentare nel quotidiano la condivisione delle risorse umane ed economiche e una vita di gruppo che preveda la comprensione, il rispetto reciproco e la collaborazione.

Per tenere in contatto le tante ed eterogenee realtà degli ecovillaggi, nasce nel 1996 l’organismo RIVE – rete italiana dei Villaggi Ecologici. Ad essa appartengono esperienze comunitarie differenti tra loro per orientamento filosofico e organizzativo, tutte comunque sono ispirate a un modello di vita rsponsabile e sostenibile dal punto di vista ecologico, spirituale, socioculturale ed economico, “intendendo per sostenibilità l’attitudine di un gruppo umano a soddisfare i propri bisogni senza ridurre, ma anzi migliorando le prospettive ambientali, presenti e delle future generazioni”. www.mappaecovillaggi.it


Annunci