rent-to-buy-250x144“Rent to buy” da non confondere con la vecchia formula “affitto con riscatto”, tipologia nata negli anni ’50 per favorire gli acquirenti di case popolari. L’affitto con riscatto prevedeva il pagamento di un affitto della durata paragonabile a quella di un mutuo e ottenere così alla fine del periodo il riscatto e dunque la piena proprietà dell’immobile. Si trattava di una forma di finanziamento o leasing, che è ancora utilizzata, in cui il venditore finanzia l’acquirente con un pagamento rateizzato.

Il rent to buy è un programma che prepara la strada al futuro acquisto dell’immobile, un programma preparatorio, perchè l’acquirente abbia il tempo necessario, per ottenere il mutuo, godendo comunque del bene.

Quali sono i vantaggi per l’acquirente?

  • creazione di uno storico economico, per tutti coloro, soprattutto giovani, che non riescono ad accedere per qualche anno al credito bancario;
  • l’accantonamento di una parte dell’affitto pagato, da utilizzare come anticipo sul prezzo della compravendita;
  • rinvio delle spese di compravendita all’atto del rogito;
  • l’opportunità di passare il contratto di locazione, qualora non si concretizzi la vendita, evitando di passare attraverso due rogiti;
  • eliminare il problema di dove abitare se si vende la casa per acquistarne un’altra; infatti il rent to buy permette di abitare da subito la nuova casa e vendere senza fretta la vecchia casa, al migliore prezzo possibile.

Quali sono i vantaggi per il venditore?

  • con questo metodo, in particolare le imprese, recuperano una consistente fascia di acquirenti, in particolare giovani, che ha la possibilità di reddito sufficienti per pagare le rate di un mutuo, ma non possiede risparmi per affrontare l’anticipo richiesto dal mercato, il 30% dell’importo totale;
  • le imprese eliminano l’invenduto, di conseguenza l’abbattimento dei costi di manutenzione di un immobile non abitato;
  • il recupero di una parte dell’investimento mediante la riscossione dell’affitto, evitando così che le parti costruttive e tecnologiche divengano obsoleti.

In conclusione, con la formula rent to buy, il venditore agevola nella tempistica del rogito senza sostituirsi alla banca come finanziatore. Inoltre, a differenza dell’Affitto con riscatto, il Rent to buy è solitamente gestito da un soggetto terzo super partes, professionista esperto in materia, che redige il programma adattandolo caso per caso e difendendo gli interessi di entrambe le parti.

Il contratto resta però fra acquirente e venditore, che, come poche volte succede, mediante questa forma di compravendita, possono riuscire a soddisfare contemporaneamente i propri interessi.

Annunci