Il 31 maggio 2013 dalle ore 20.00 alle ore 23.00, parteciperemo all’assemblea annuale dell’Associazione E’/cohousing di Bologna – http://www.cohousingbologna.org/ – presso l’Associazione Armonie in via Emilia Levante 138. In questa serata, esporremo, la possibilità di creare un progetto di cohousing in zona Bolognina – via Lionello Spada – a pochi passi dalla stazione centrale.

Per chi fosse interessato, inizieremo nella serata stessa, a raccogliere le adesioni per la formazione del gruppo di cohousers.

storia e caratteristiche di una delle zone urbane di Bologna in continuo sviluppo
La zona Bolognina è un’area urbana di Bologna, all’interno del Quartiere Navile, che si estende dal ponte di via Matteotti alle spalle della stazione centrale fino alla zona Fiera.
La Bolognina è stata una delle prime zone ad essere costruita nel 1889 al di fuori della mura cittadine, a partire dalle case destinate alle famiglie del centro storico, o quelle colpite dalle demolizioni attuate per realizzare il nuovo Piano Regolatore.
Il fulcro della zona Bolognina è Piazza dell’Unità, che è centro fondamentale della mobilità e principale segno dell’identità del Quartiere. Si tratta di un’ampia piazza moderna, rettangolare con al centro un giardino, alberi e un campo da basket che la rendono punto di ritrovo di persone di ogni età e di ogni nazionalità rendendo vivo il confronto multiculturale.
La zona è ben servita dagli autobus in quanto crocevia di numerose linee che portano velocemente in centro; tuttavia la vicinanza strategica della zona alla Stazione Centrale permette il raggiungimento delle maggiori vie della città (Via Dell’Indipendenza, Piazza Maggiore, Via Rizzoli, Via Ugo Bassi) anche semplicemente passeggiando.
Dal punto di vista commerciale, la zona ha una capillare rete di  negozi e supermercati fino ad ospitare il più importante mercato biologico della città (in via Fioravanti) stringendo un occhio anche agli aspetti sviluppo, urbano ed architettonico, tanto che tra qualche anno, verrà compiuta la realizzazione della nuova stazione centrale progettata dall’architetto Arata Isozaki.
Perciò la Bolognina sarà destinata ad essere la prima zona, al di fuori delle mura cittadine, che farà parte del maggior centro nevralgico di una rete di trasporti locale e internazionale, come appunto quello della Stazione Centrale di Bologna
Annunci